Carrello vuoto
Lunedì, 08 Gennaio 2018 15:32

Domande comuni sul Metodo Montessori

Il Montessori è solo per i bambini piccoli?
Il Metodo Montessori si attua dagli 0 ai 18 anni. Esistono Esperienze rimarchevoli e positive nell’attuazione del metodo dal nido alla scuola superiore.

Il Montessori è solo per i ricchi?
Esistono sia scuole pubbliche sia scuole private a metodo Montessori. Dove lo Stato non favorisce la diversità delle pratiche e dei metodi di insegnamento, la scuola Montessori è realizzata da privati.

Il bambini nel Metodo Montessori possono fare tutto ciò che vogliono e non esistono regole?
I bambini scelgono liberamente la loro attività tra quelle presentate dall’adulto e proposte nell’ambiente. Tuttavia, se i bambini usano in maniera impropria il materiale educativo o disturbano e aggrediscono gli altri, vengono aiutati dall’adulto a trovare un altro impegno.

Il Metodo Montessori è troppo rigido?
Come abbiamo detto esistono solo due regole, non si possono picchiare o disturbare gli altri e non si può distruggere l’ambiente o usare impropriamente il materiale. Il metodo si basa sulla naturale apertura mentale degli esseri umani e favorisce gli interessi individuali di ciascuno, in tutti i modi possibili.

Il Metodo Montessori non valorizza la fantasia e la creatività?
Anche nelle scuole Montessori i bambini disegnano, colorano e dipingono, semplicemente fanno anche tutto il resto che solitamente non si fa nella scuola tradizionale. La creatività è la caratteristica umana che ci permette di risolvere problemi e trovare nuove soluzioni e ogni materiale e attività nell’ambiente di una scuola Montessori favorisce lo sviluppo delle abilità di problem solving, lo sviluppo della mente logico-matematica e della riflessione analitica.

Il Metodo Montessori fa acquisire alcune abilità ai bambini troppo presto?
I bambini apprendono naturalmente e senza alcuno sforzo a partire dall’utilizzo individuale dei materiali educativi, gli adulti parlano ai bambini, mostrano loro l’utilizzo degli oggetti e delle attività e li invogliano a porsi domande e lavorare. Non esiste precocizzazione, ma solo naturale sviluppo di abilità e tendenze dell’età in cui il bimbo si trova.

Letto 464 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Maria Montessori profeta di pace - L’educazione come pratica di liberazione e costruzione di pace Maria Montessori profeta di pace - L’educazione come pratica di liberazione e costruzione di pace

    Qual è il ruolo che l’educazione alla pace occupa all’interno del pensiero di Maria Montessori?

    L’educazione alla pace è motivo centrale del sistema educativo della dottoressa e quasi sua corona e fine ultimo, o è, invece, riverbero pedagogico di una delle tante prese di posizione di quella grande donna che lottava contro tutte le sopraffazioni della sua epoca? Quale contributo pacificatore può apportare l’educazione in seno alla società in cui viviamo? L’educazione montessori è ineludibilmente pacifista e irenetica?

  • Maria Montessori è veramente contraria al gioco? Maria Montessori è veramente contraria al gioco?

    Solo ad una lettura sommaria e superficiale si potrebbe pensare che Maria Montessori si fosse schierata contro il gioco infantile. I suoi detrattori si sono fatti quest’idea per il fatto che il gioco è relativamente poco presente nei suoi scritti e, quando lo è, viene presentato in forma critica.

  • MoMo 12 MoMo 12
  • MoMo 11 MoMo 11
Altro in questa categoria: « La Casa dei Bambini Il Nido »
-->